Giorgio Laveri è nato a Savona. Dopo gli studi di formazione professionale sulla regia televisiva dipinge una serie di Murales sulla situazione del popolo Cileno dopo il golpe del 1973 (Milano, Roma, Brescia, Vicenza).
Nel 1973 allestisce la prima personale alla Galleria Vultur di Genova e fonda con Nando Anerdi del Derby di Milano il gruppo teatrale “Rosacroce”. Realizza il suo primo cortometraggio “La bella addormentata nel bosco” inserito in uno spettacolo satirico-teatrale.
Dal 1974 si dedica in modo stabile al teatro e al cinema.
Ha scritto e realizzato 11 pieces teatrali e 19 film a soggetto tra i quali “Scommessa di matrimonio” vincitore del premio della critica al festival “Cinema in casa” di Roma.
Nel 1985 crea una linea di ceramiche per l’ufficio a tema “cinematografico” e la Banque National de Paris gli dedica una mostra presso la “Sala delle Quattro Colonne” nella sede Milanese.
Il 1993 è l'anno di adesione ad Art Mobile, gruppo francese con il quale progetta una serie di eventi in Italia ed in Francia. Sempre nel '93 con Patrick Moya firma la prima parte del Manifesto del Movimento Artistico Mediterraneo e partecipa ad una serie di eventi internazionali legati alla “mediterraneità”.
Nel 1996 fonda con il Dipartimento di Salute Mentale di Genova, “Il Giardino del Mago” con il quale produce una nutritissima serie di lavori legati alla sperimentazione teatrale e cinematografica.
Circa 200 gli eventi organizzati tra cinema, teatro, performances ed esposizioni.
Tra i più significativi dalla fine degli anni ‘90 si citano:
1998 – realizzazione di 2 opere per il merchandise della mostra “Omaggio a Picasso” a Palazzo Grassi a Venezia.
1998 – “Ben Mi Sta!” Performance con cravatte di stoffa di 16 e 20 mt installate su palazzi a Savona (Circolo Nautico) e Genova (Ex Ospedale Psichiatrico).
Nel 2000 realizza la personale “Albisola-Nizza”, al Museo D’Arte Contemporanea di Albisola (sv) e alla Galerie Art 7, Nizza.
Il 2002 è l'anno della collettiva “L’art et l’Euro” organizzata dalla Caisse D’Epargne Francais, a Nizza,Tolone e Parigi con catalogo a cura di Jean Morelle.
2002 “Laveri’s Pictures” Muse Gallery e Galerie La Palette, Hong Kong, a cura di Yiu Wah Leung.
2003 partecipa ad “Albisola Futurista” Civica Galleria D’Arte Moderna di Gallarate e al Complesso Monumentale del Priamar di Savona.
Nel 2005 organizza un convegno internazionale sulla ricerca ceramica legata ai luoghi mediterranei e lavora con Patrick Moya alla stesura definitiva del I Manifesto della Ceramica Mediterranea. Sempre in quest'anno organizza in collaborazione con Guillaume Aral, direttore della Galerie Ferrero, una grande collettiva con gli altri artisti del Movimento Mediterraneo al Palais de la Mediterranèe di Nizza.
Nel 2006 viene installato a Seul in Corea, un gigantesco “Truka” in ceramica smaltata, mentre in settembre viene inaugurata la grande mostra personale “Sala Giochi” alla Galleria Rossovermiglio di Padova.
Il 2007 è l'anno del film “Metabar”, da lui scritto e diretto, presentato in anteprima nazionale al Teatro Palladium di Roma e successivamente proposto in varie città italiane attraverso i circuiti D’Essai.
Con la Galleria colossi e la curatela di Ilaria Bignotti presenta a Villa Mazzotti di Chiari “Chiari e Geniali”.
A dicembre allestisce la personale “Man & Woman” alla galleria Insight in Roma e partecipa a “Start Miami” a cura di Design District – Miami.
Il 2008 inizia con la mostra “Effetti Personali” Galleria Terre D’Arte di Torino seguita dall’installazione “Ceramica Cinematografica: 8-1/2” a cura del gallerista Mario Valente.
Ad ottobre invece gira “Ho fatto un sogno” l’ultimo film sulla trilogia dell’emarginazione dell’individuo nei laboratori di Pratozanino-Cogoleto e presenta una grande scultura al Museo Renoir di Cagnes sur Mer. A novembre presenta alcuni nuovi lavori a St’Art Strasburgo con la galleria Studiò di Milano.
2009 – “Elegia del Quotidiano Galleria Valente Arte Contemporanea, Finale Ligure (SV) e “Ciakceramica” a Roma, Galleria C.A.O.S.
Nel 2010 esce la grande monografia “Scultura per gioco, scultura per davvero” e si inaugura l’esposizione che porta lo stesso titolo in collaborazione con la Galleria Colossi di Brescia.
Espone poi alla Galleria Terre d’Arte Torino, alla Galerie Ferrero di Nizza e al “ Comune di Castellamonte (To).
2011 Espone alla MAC Gallery di Milano, al Salon Internazionale de la Mèditerrannèe di Antibes e ad Aix-en-Provence. Partecipa come giurato al 57° Premio Faenza-Concorso Internazionale della Ceramica d’Arte.
2012 – L’opera “Amarcord” riceve una menzione dalla giuria del Premio Fabbri ed esce il film “Ho fatto un Sogno”.
Alla fine del 2012 il Museo della Ceramica di Mondovì gli dedica una personale nella quale presenta anche alcuni pezzi storici della sua produzione.
Nel 2013 inaugura alla Galerie Galea di Ilé sur la Sorgue la personale “Ceramique ou Porcelaine”.
In ottobre gira il suo ultimo lavoro cinematografico “Tessere” con il gruppo Il Giardino del Mago. Nel 2014 realizza a Padova la performance “Ciliegiotto” realizzando un'opera dedicata a Giotto e alla città di Padova.
Nel 2015, visto l'enorme successo della performance realizzata a Padova realizza “AmArena” invadendo la città di Verona con le sue ormai famosissime ciliegie.

Laveri Giorgio